Eventi


Il Palio delle Contrade

Il Palio delle contrade si svolge ogni anno la prima domenica dopo il 15 agosto ed è ormai divenuta una festa di interesse regionale. Le sei contrade del Paese (Burò,  Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio) si contendono il Palio nella cinquecentesca Piazza della Repubblica. Il Palio viene corso, come vuole la tradizione, con gli asini in ricordo del fondamentale ruolo che questi animali avevano per trainare i carri adibiti al trasporto dei minerali. Prima della corsa si svolge una sfilata storica lungo le vie del Paese, con i costumi del 1500. Dopo la sfilata il momento più atteso, la corsa con gli asini, che si svolge in tre batterie. Alla fine della terza batteria viene proclamata la contrada vincitrice del Palio. L’avvenimento del Palio è la festa più sentita del Paese, l’accanimento e la drammatica passione che si vive in piazza non è spiegabile a parole, per capire bene cosa sia il Palio per un allumierasco non vi resta che visitare Allumiere nel febbricitante periodo del palio. Il sabato precedente il Palio in ogni contrada si svolge una serata danzante con dolci e prodotti tipici offerti gratuitamente.

Le sei contrade

Contrada Burò

Nome: Deriva dal termine francese “bureau” (ufficio) poichè era in questa contrada che si trovavano gli uffici della “Societé Financière de Paris” che gestiva le miniere del XIX sec.

Stemma: Antico arco presente nel cuore della Contrada.

Colori: Bianco-nero

Contrada Ghetto

Nome: Deriva da “Borghetto”, nome dato al primo insediamento sorto ai piedi del monte Urbano.

Stemma: Fontanina presente al centro della via principale della Contrada

Colori: Giallo-rosso

Contrada La Bianca

Nome: Il nome deriva dalla bianca pietra dell’allume estratta in questo territorio, comunità primigenia di Allumiere.

Stemma: Pianta Agrifoglio, che secondo la leggenda indicò a Giovanni da Castro la presenza dell’allume.

Colori: Bianco-verde

Contrada Nona

Nome: Deriva dalla somiglianza architettonica della zona di Allumiere con un quartiere di Civitavecchia

Stemma: Stabilimento della lavorazione dell’allume, di cui ancora si scorgono le antiche vestigia nella contrada stessa.

Colori: Rosso-verde

Contrada Polveriera

Nome: Deriva dalla costruzione che conteneva le polveri piriche usate nelle miniere, che si trovava proprio in questo sito.

Stemma: Mulino a vento, secondo la leggenda presente nella contrada all’epoca della lavorazione dell’allume.

Colori: Rosso-blu

Contrada Sant’Antonio

Nome: Il nome deriva dal Santo che si trova nell’edicola fatta costruire dai minatori.

Stemma: Edicola del Santo

Colori: Bianco-rosso

Festa d’autunno

Con l’arrivo dell’autunno, Allumiere viene animata dalla “Festa d’Autunno”, che coinvolge i produttori locali. Nell’area della piazza vengono allestiti stand gastronomici di degustazione dei prodotti tipici: “pane giallo”, miele, tartufi, castagne gustate anche sottoforma di “castagnaccio”, carne di maiale e derivati dalla sua lavorazione, carne bovina. Durante questa festa si può assistere a conferenze e convegni sull’allevamento e l’agricoltura biologica, ma anche ad esibizioni dei poeti a braccio locali, che improvvisano ottave, uno dei legami che Allumiere mantiene con il suo passato.